La Giornata della Memoria

Senza titolo-3L’olocausto è una pagina del libro dell’Umanità a cui non dovremo mai togliere il segnalibro della Memoria. […] Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre” (Primo Levi).

Anche noi ragazzi di quinta non vogliamo dimenticare e per far sì che questo non accada, abbiamo voluto ricordare la Giornata della Memoria leggendo insieme quattro libri: “Storia di Vera“, “La portinaia Apollonia“, “Rosa Bianca“, “E se un giorno il vento…” .

E questa è una poesia che è scaturita dal cuore di una nostra compagna – Annalisa – dopo aver ascoltato queste storie.

“27 gennaio, Giornata della Memoria, che non si ripeta!
Non si ripeta la storia!
L’uomo che Dio aveva creato,
si è con sangue innocente, le mani macchiato.
Campi di sterminio, eterno dolore;
per quelle giovani vite,
mi piange il cuore. […]
In una sua poesia, Primo Levi ammonì:
raccontate, non statevene fermi lì.
Raccontate che l’uomo, creatura impura, inflisse dolori inimmaginabili.
Se non lo fate,
che vi crolli addosso la casa, scappate!
Maledetti siate.
Ricordiamocelo”.

[I ragazzi di quinta]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...